lunedì 31 dicembre 2007

Buon 2008 a tutti!

Il 2007 volge al termine. E' stato un anno molto difficile per il nostro Paese che vede la crisi sempre più vicina e sempre più lontana la sua fine.
Fine che secondo me non potrà esservi se non si cambiano le basi del sistema, se non si cambia la classe politica, se non ci si rende conto che per almeno dieci anni serviranno politiche serie e non da arraffoni come avviene da sessant'anni a questa parte.
Il serbatoio Italia è ormai agli sgoccioli e ha bisogno di un pieno ma di fermarsi a rifornire nessuno, di quelli che comandano, ci pensa minimamente.
Personalmente è stato invece un anno ricco di soddisfazioni ma la felicità più grande è stata certo quella di assumere la guida della Fiamma Tricolore in provincia. Un partito che nonostante venga oscurato sistematicamente da 13 anni trova sempre la forza di reagire e soprattutto di esistere!
Proprio negli ultimi giorni dell'anno, dopo un primo punto della situazione, sono arrivate le adesioni di parecchi camerati, di gente comune sfiduciata: segno che la Fiamma è ancora viva.
E se Storace fa incetta di trombati ed ex-democristiani (si punta a ricopiare la An litigiosa in versione tascabile), la Fiamma invece carica le proprie fila di gente onesta e di nuove leve della politica.
Devo essere sincero: sono sorpreso! Pensavo che questa gente cogliesse l'occasione per accasarsi con La Destra, che molti ci abbandonassero ed invece in Calabria, dei nostri iscritti, solo 1 (leggasi uno) iscritto è passato con l'ex delfino finiano. Felicissimo di essere stato smentito.
Il 2008 sarà l'anno della riscossa ne sono certo. Poco più di un mese di lavoro ha dato risultati che non speravo davvero: la prova che lavorando questa nostra piccola e sincera Fiamma potrà finalmente divampare ed iniziare ad operare seriamente per questo Paese!

Auguri a tutti!

sabato 22 dicembre 2007

Riunito a Siderno il direttivo provinciale

Si è riunito ieri sera, 21 dicembre, a Siderno il direttivo provinciale del MS-Fiamma Tricolore. Alla presenza del neo-commissario Minnella e dei responsabili provinciali Belcastro e De Leo è stata svolta una disamina generale sull’andamento del partito a livello locale e le attività da intraprendere a breve termine.
L’incontro è stato voluto per fare un punto della situazione a fronte delle novità che hanno riguardato negli ultimi mesi lo scenario politico nazionale e locale con riferimento a quanto accaduto nell’ambiente di destra.
All’appuntamento ha partecipato anche Luciano Napoleone, nuovo responsabile di zona, che ha messo sul piatto una serie di proposte ed iniziative interessanti per rilanciare la Fiamma sul territorio sidernese.
Nel corso della riunione è stato poi ribadito l’impegno del partito ad essere più presente e attivo rispetto al passato su tutto il territorio provinciale con particolare attenzione alla fascia jonica reggina da troppo tempo abbandonata a se stessa da una classe politica latente e incapace di far fronte agli atavici problemi che da sempre attanagliano la popolazione.
Per questo motivo la Fiamma annuncia già da ora che sarà in piazza Portosalvo sabato 29 dicembre a Siderno per presentarsi alla popolazione e sensibilizzare l’opinione pubblica su alcuni dei temi portati avanti dal partito, primo fra tutti la proposta di legge del Mutuo Sociale.

mercoledì 12 dicembre 2007

Sciopero autotrasportatori: Reggio a secco, Bianchi si dimetta!

COMUNICATO STAMPA
La città di Reggio Calabria è da ieri sera nel caos: quando le fonti nazionali parlavano del 60% di distributori in cui il carburante era esaurito, in riva allo Stretto si era già al di sopra del 90%. Scene da film di fantascienza hanno visto protagonisti migliaia di cittadini reggini alla ricerca disperata di pochi litri di carburante!
Sono bastate appena 36 ore di sciopero per mettere in ginocchio un paese, per dimostrare ancora una volta, se ce ne fosse ulteriore bisogno, che il sistema Italia e questo Governo in particolare, non sono in grado di affrontare periodi di crisi neanche brevi! In Francia non sono bastati 9 giorni di sciopero, a Reggio Calabria solo poche ore.

Sono chiare e ineluttabili le responsabilità di tale disastro che è da ascriversi ad un Governo miope e sordo al disagio proveniente dal Paese e ad un ministro che, secondo noi, dopo aver disertato il tavolo delle trattative prima e minacciato la precettazione poi, deve ritornare al compito che più gli compete per impedirgli di arrecare ulteriori danni al paese.
È ormai sotto gli occhi di tutti infatti che Bianchi sia un ministro tecnico palesemente incompetente, con riferimento alla materia assegnatagli, ma non vanno dimenticate le responsabilità politiche e le pressioni di quei partiti che lo hanno voluto nell’esecutivo prima di rinnegarlo in un secondo momento. Lasciargli portare da solo la croce sarebbe adesso oltremodo vergognoso!
Grazie soprattutto a loro a pagare il prezzo più alto è oggi l’Italia, è oggi ancora una volta Reggio Calabria.

Reggio Calabria nel caos: carburante esaurito ovunque!

Le fonti nazionali parlano del 60%, l'associazione dei benzinai dell'80% ma a Reggio già in serata il 100% dei distributori è a secco!
Sono bastate sole 36 ore di sciopero per l'esaurimento del carburante!!! Scene da panico in alcuni distributori: risse, file di centinaia di auto, traffico congestionato, dalle 17 alle 19 Reggio ha vissuto nel blocco più totale.
Questo succede a mettere degli INCOMPETENTI a fare il ministro. Questo succede a mettere un mezzo cretino ex-rettore per accontentare dei partiti più RIDICOLI di lui. Fossimo in un paese civile domani otterremmo DIMISSIONI CON ESILIO per il suddetto signore e DIMISSIONI IMMEDIATE del Governo. .....fossimo in un paese civile appunto................. ma non lo siamo!

E voglio vedere domani chi ha la faccia, chi ha il pudore di dire il contrario!!!!

sabato 8 dicembre 2007

La vergogna delle Poste Italiane

Aprendo il sito di Poste Italiane vedrete sempre il bel viso sorridente dell'Ad Massimo Sarmi ben felice di annunciare record di utili, fatturati (io li chiamerei scippi) realizzati dall'azienda.
Poste multifunzione che cercano di entrare in qualsiasi settore in cui ci sia da guadagnare moneta. Ora l'ultima baggianata: la sim di postemobile, pubblicizzata con tariffe incredibili....si per quanto facciano schifo!
Oggi non voglio però tediarvi con le solite schifezze pubblicizzate dalle Poste o ai 2,50 euro che hanno derubato a tutti gli italiani per ogn vaglia incassato da luglio a settembre (che vergogna!).
Poste Italiane assumerà entrò il 2009 circa 500 individui da inserire nel proprio organico (ed era ora direi io visto che l'età media degli impiegati a Reggio Calabria supera di gran lunga i 50 anni e che ai pensionamenti non è mai seguito un ricambio di personale!).
C'è però un piccolo particolare: la metà di questi sarà destinata ad extracomunitari!
Ma come direte voi? Avete mandato il vostro figlio a studiare, si è laureato con il massimo dei voti, i giovani italiani lavorano con contratti di 2-3 mesi e le Poste assumono 250 extra-comunitari? Proprio cosi! Certo anche voi laureati in lingue potrete fare richiesta di assunzione a patto che abbiate studiato il filippino, il peruviano o il rumeno.

Qualcuno riderà ma quanto detto non è proprio uno scherzo.
Italiani svegliatevi perchè davvero sta diventando troppo tardi. Possibile non ci sia un politico di spicco a difendere i nostri interessi? Perchè non interviene su questo la Lega e non sulle solite menate con cui va avanti da 10 anni? Parlo della Lega (che tanto si vanta di difendere gli italiani) perchè purtroppo noi, la Fiamma, veniamo oscurati in ogni dove perchè queste cose devono rimanere a conoscenza di pochi. Spero che quando la gente ci darà la fiducia necessaria ci sia ancora qualcosa da salvare!

Oggi intanto incazzati perchè domani ti scade il contratto di lavoro ma purtroppo tu il senegalese non l'hai studiato a scuola...

venerdì 7 dicembre 2007

Problemi tecnici di..... connessione!

Capita di sentir parlare spesso di Terzo mondo. Io oggi mi chiedo se l'Italia ne è entrata a far parte da poco, se vi entrerà in futuro o se siamo sempre stati da terzo mondo.
Qualche tempo fa un mio amico si è trasferito in Africa: in meno di una settimana era già di nuovo online. Io mi trasferisco invece di 10 km e da due mesi combatto un'ardua battaglia con la Telecom per avere una nuova linea.

Allaccio previsto? 24 dicembre! Mi faranno il regalo di Natale o mi daranno una buca clamorosa? Penso più alla seconda visto il recente passato.
Tuttociò per spiegare in poche righe questi 40 giorni di assenza dal web che recupererò al più presto. Spero che per scusarsi dei numerosi disservizi mi mandino almeno la Canalis. Sarebbe il minimo!

lunedì 29 ottobre 2007

Ricostruire.... tutti insieme!

E' questa la parola d'ordine che da oggi deve veleggiare alta sulla federazione di Reggio Calabria della Fiamma Tricolore.
Ci aspetta un lavoro estremamente duro ma consci del fatto che con l'impegno adeguato possiamo tornare ad emergere, ad essere nuovamente una delle federazioni più forti del partito a livello nazionale, come lo è stato per diversi anni.
Volontà, sacrificio, chiarezza e correttezza nei confronti degli altri: sono gli importantissimi fattori ad essere mancati negli anni scorsi e saranno questi stessi i primi a muovere oggi il nostro intento. Ricostruire un'intera struttura, entrare in contatto con quel terreno fertile che si estende per tutta la provincia: maggiore attenzione alla periferia e non solo alla città. E' proprio lì che va ricercata la nostra forza ed è lì che combatteremo le nostre più dure battaglie.
Il protagonismo di alcuni personaggi deve essere bandito se si vuol ritornare a recitare un ruolo importante; noi oggi non abbiamo ambizioni personali ma nel cuore racchiudiamo un solo sogno: la FIAMMA.

giovedì 25 ottobre 2007

Una nuova grande responsabilità...

Dopo un colloquio durato appena pochi minuti, il segretario nazionale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore, On. Luca Romagnoli, ha conferito a Giuseppe Minnella l’incarico di Segretario provinciale della federazione di Reggio Calabria. Minnella, 25 anni e laureando in scienze politiche, succede al prof. Antonello Lombardo alla guida del partito per la provincia di Reggio Calabria.
Il segretario nazionale ha commentato cosi la scelta: “ancora una volta la Fiamma Tricolore punta sui suoi giovani per un generale rinnovamento della politica e dei suoi esponenti e la nomina di oggi è la prova del processo di svecchiamento che sta percorrendo il partito da un paio d’anni a questa parte”.
Iscritto al partito dal 2003, il nuovo segretario provinciale ha già ricoperto la carica di componente del Comitato centrale e addetto stampa della segreteria regionale.
Nell’assumere l’incarico Minnella ha voluto esprimere il proprio ringraziamento nei confronti del prof. Lombardo che ha traghettato la federazione in un periodo estremamente difficile a causa degli imminenti e continui impegni elettorali che ci hanno visti sempre e comunque presenti.
I lavori della federazione riprenderanno già da sabato prossimo con la partecipazione alla riunione regionale indetta a Vibo Valentia, dopo di che l’azione del neo-segretario sarà incentrata alla riorganizzazione del partito sull’intera provincia reggina.

Federazione Provinciale MS-Fiamma Tricolore
Ufficio Stampa

martedì 23 ottobre 2007

C'eravamo tanto........illusi!

C'è un paese nel mondo in cui un soggetto con meno dell'1% si permette di fare il sindaco, il senatore, il giornalista e il ministro? C'è un paese al mondo in cui un signore che accoglie mafiosi nel suo partito, che ne fa il testimone alle nozze, che è inquisito per fatti gravissimi fa il ministro della Giustizia? Può un simile soggetto siedere in Parlamento da oltre 30 anni durante i quali ha sistemato moglie e mezzo paese d'origine e che dica di avere dopo tutto ciò la coscienza pulita? Si c'è! E' la Repubblica delle Bana...... ehm Italiana scusate!
Ieri ho riavuto per un istante fiducia nella politica quando Di Pietro ha massacrato il farabutto, che evito perfino di nominare, con una giustissima inquisitoria. Ma si sa, il buon Antonio non fa parte della casta, la sua è quella antagonista in questo caso, quella che l'ha distrutta dalle fondamenta oltre 15 anni fa. E molte volte ho avuto il dubbio che lo stesso si sia pentito d'aver partecipato a quella mattanza visto lo schifo che ne è sorto. Altro che risorgimento della politica ma moltiplicazione esponenziale dei ladri e dei delinquenti!
Oggi però ho avuto un attimo di speranza: il Ministro della Giustizia (le lettere in maiuscolo sono tali solo per onorare la carica, non la figura che oggi la rappresenta) andava a rimettere il mandato nelle mani di Prodi.

Caro Presidente del Consiglio, dopo 18 mesi di assurdo governo avevi la possibilità di fare la prima cosa buona, toglierci dalle palle quel lestofante.....e tu cosa fai? Gli rinnovi la fiducia???
Oh nostra povera Patria che cadi sotto i colpi della malafede! No non può essere solo stupidità: si sarebbe battuto in questo caso ogni record mondiale!
Ma dico: finalmente l'uomo più poltronaio d'Italia viene a presentare le dimissioni e gli rinnoviamo la fiducia?? Ma che liquori servono a Palazzo Chigi? Ma il buon vecchio poltronaio non è mica scemo: "Caro Romano, io oggi mi dimetto e tu domani vai a casa". E invece no: rinnovata la fiducia, l'uomo poltrona va in Senato, vota e salva il Governo per un voto.

C'eravamo tanto illusi....

domenica 14 ottobre 2007

Lo sproloquio razzista di An e Storace

Cari lettori, amici, camerati, con questo intervento potrei beccarmi le critiche di molti ma la mia coscienza di fascista coerente non può esimermi dal criticare i principali leader di An e Storace che in settimana ne hanno dette di tutti i colori su extracomunitari e sicurezza. Come ben dicevo, il nostro potere politico sarà pure pari allo zero, ma forse ciò è dovuto alla nostra coerenza e al fatto che non cambiamo idea dall'oggi al domani. Come fanno infatti Alemanno, Gasparri, Fini, La Russa a parlare di sicurezza quando una legge, la Bossi-Fini, ha dato il via libera alla regolarizzazione in pochissimo tempo di oltre 800 mila (leggasi OTTOCENTOMILA!!) extracomunitari e quando quasi tutto il centro-destra ha votato la legge sull’indulto?
Uno degli slogan del precedente Governo era quello di una maggiore sicurezza nelle città che non si è realizzata affatto e che sicuramente la Bossi-Fini ha contribuito invece a far svanire! Forse credono che noi dimentichiamo queste cose abituati alla memoria corta degli italiani; la nostra è invece tremendamente lunga!
In questi ultimi giorni si sta facendo forte l'allarme "rumeno": con l'entrata nell'UE della Romania è stato infatti possibile per i suoi cittadini attraversare liberamente i confini..... italiani.
Si italiani e basta! Perchè gli altri paesi hanno previsto delle misure che impedissero migrazioni massicce di una popolazione che a casa propria non vive certo un'ottima situazione. Dov’era allora il Governo di centro-destra? Cosa stava facendo l’ex ministro degli Esteri? E' di due giorni fa la notizia che l'Austria ha espulso addirittura una bambina del Kosovo dai propri confini. Esagerato il comportamento? Sicuramente si, ma allo stesso modo non possiamo che condannare il permissivismo che impera oggi in Italia!

Toni quindi di mera propaganda quelli ieri a Roma di Fini & soci, caduti nel razzismo vero e proprio, ancora più scadenti quelli di Storace che ha solo il tempo di prendersela con senatori a vita e Napolitano: il senatore è davvero scaduto politicamente ormai. Ancora più arrogante la sua partecipazione alla trasmissione di Santoro in settimana durante la quale si è lasciato andare a scontri verbali con un Di Pietro, che proponeva collaborazione trasversale su un tema a lui caro quale la sicurezza, e il senatore che forniva la solita spicciola propaganda vista anche ieri al Colosseo. Nel frattempo che questi signori urlano, sbraitano, inveiscono propagandisticamente contro Governo o immigrati, i nostri figli, altri italiani vengono ogni giorno rapinati, investiti, uccisi da quella parte di clandestini che viene qui solo per delinquere, senza che nessuno muova un dito! E’ questo lo scandalo! Perché ciò non accade negli altri Stati europei? Chiedetevelo! Perché in Italia tutto si può!
E comunque ricordiamo che non dobbiamo mai cadere nel razzismo xenofobo dei soggetti di cui sopra; la stragrande maggioranza è gente onesta che lavora, non dimentichiamolo! Ma mano di ferro contro chi delinque! E' tanto difficile capire ciò???
ps. che bravi i nostri politici! Sono stati in grado in una settimana di sotterrare la questione politica-antipolitica, costi e annessi vari e han tirato fuori un argomento vecchio trito e ritrito come la sicurezza......... sul quale ovviamente nessuno fa nulla, sia di destra che di sinistra!

martedì 9 ottobre 2007

Oggi conviene essere italiani?

Oggi dedicherò lo spazio presente ad un comunicato stampa da me effettuato a nome della Fiamma e riguardante una questione locale, il contributo per locazione di immobili a favore di famiglie indigenti per l'anno 2006 nella mia città, Reggio Calabria.
------------------------
Esprimo il mio personale rammarico per le scelte ancora una volta sbagliate operate dall’assessore Minasi e dall’ufficio politiche sociali del comune di Reggio Calabria in merito alla gestione dei contributi per il canone di locazione anno 2006 per le famiglie indigenti.
Oltre alla scandalosa politica del Governo di centro-destra che negli anni scorsi ha ridotto la misura di tali contributi, a fronte di un aumento chiaramente speculativo di affitti e costo di acquisto degli immobili (non siamo tutti Mastella purtroppo!), oltre ai ritardi accumulati dalla regione nell’elargizione di tali somme, ci troviamo a far fronte anche alle scelte errate del comune sulla questione.

La decisione di tagliare del 40% il contributo alle famiglie più bisognose per destinarlo a quelle che stanno più indietro nella graduatoria è davvero poco seria, come se la politica volesse far della carità spicciola a chi si trova in una situazione di indigenza.

Ciò che voglio portare a conoscenza dei cittadini reggini è che la graduatoria provvisoria dell’aprile 2007 presentava tra gli aventi diritto oltre 500 cittadini extracomunitari su un totale di 2300 domande di contributo per una spesa di circa 1 milione di euro, circa il 30% del totale. Ma il dato ancora più sconcertante è che tantissimi tra di essi dichiarano un reddito pari a zero mentre la stragrande maggioranza sta sotto i 5 mila euro annui.
Mi chiedo dunque e le istituzioni dovrebbero spiegarcelo come ciò sia possibile dopo le varie leggi sull’immigrazione visto che lo stesso Trattato di Maastricht istitutivo dell’UE tutela si il diritto del cittadino extracomunitario a risiedere sul territorio di uno Stato dell’Unione, ma solo se lo stesso ha un lavoro e dunque un reddito. Come può essere allora possibile che così tanti dichiarino un reddito talmente basso? Sarà forse un mezzo per accedere ai contributi?
Questa denuncia non vuole essere di carattere razzista o xenofobo, me ne guarderei bene, comprendiamo le gravi situazioni di disagio dei poveri immigrati che abbandonano casa e famiglia in cerca di un futuro migliore, ma allo stesso modo è nostro dovere difendere dapprima gli interessi delle famiglie italiane! Com’è possibile che quest’ultime non stiano a cuore proprio a nessuno? Deve essere un piccolo partito senza alcun potere decisionale come la Fiamma a dirle queste cose? Oggi essere italiani comporta solo svantaggi in Patria e derisione all’estero!
I cittadini reggini debbono infatti sapere che nel caso in cui si operasse come in tutti gli altri paesi (gli aventi diritto sono dapprima i cittadini nazionali e successivamente gli immigrati) le somme erogate anche se inferiori a quelle degli anni precedenti sarebbero state sufficienti a coprire l’intero contributo spettante all’80% delle famiglie reggine con cittadinanza italiana.
(L’assessore Minasi dichiarava infatti ad agosto che la regione aveva provveduto a versare solo il 60% del totale richiesto).
Con la presente non voglio negare il diritto dei cittadini extracomunitari ad usufruire di tale contributo; è giusto che anche ad essi siano erogate tali somme, ma di certo ciò deve avvenire dopo aver versato l’ultimo euro alle famiglie italiane e in questo caso reggine che versano in condizioni economiche precarie!

Reggio Cal. 9 ottobre 2007

lunedì 8 ottobre 2007

I ricchi politici calabresi

Come molti di voi sapranno io sono di Reggio Calabria, città in cui ha sede il Consiglio regionale di questa malandata regione. Voglio dedicare questo articolo al serivizio delle Iene andato in onda Giovedi scorso.
La vergogna non conosce proprio orientamento politico: non è ne di destra nè di sinistra; in Italia appartiene proprio a tutti.
Capita così che lo scorso anno i consiglieri regionali della Calabria, 30 indagati su 50 eletti, forse scontenti dell'incredibile lavoro svolto (è il consiglio che si riunisce meno in Italia: 14 volte nel 2006 e fino ad oggi 8 volte nel 2007) aumentino il proprio stipendio di ben 1500 euro al mese nella regione più povera d'Italia arrivando ad oltrepassare quota 8.500 euro (parliamo di stipendio netto: con consulenze, spese e rimborsi vari si superano abbondantemente i 13-14 mila euro). Un controsenso? Ebbene si.

E capita ancora che la "iena" Giulio Golia vada ad intervistare i nostri politici regionali. Scandaloza è l'arroganza, la sufficienza, la sfacciataggine delle loro risposte! Consiglio a tutti voi di guardare il video CLICCANDO QUI;

Se qualche non calabrese si scandalizzasse guardando questo video potrei benissimo affermargli che questo è nulla perchè è incredibile lo sperpero di soldi per quanto riguarda consulenze, collaboratori, tecnici buttati via dalla Regione Calabria. Naturalmente a favore di famigliari, parenti, amici...e magari qualche altro "compare" poco pulito. Ma non lo dite a Mastella perchè altrimenti trasferisce qualche altro giudice....

domenica 7 ottobre 2007

E finalmente Santoro risultò utile...

Spero che molti di voi e che moltissimi italiani abbiano visto la puntata di Annozero andata in onda un paio di giorni fa e condotta dal solito Santoro. Sono sicurissimo che molti di più conoscendo la faziosità del personaggio hanno preferito eliminare Rai2 dal proprio telecomando quella sera e invece......quando meno te lo aspetti Santoro diventa finalmente utile.
La puntata incentrata sui giudici De Magistris e Clementina Forleo ha svelato numerosi particolari sconosciuti alla maggioranza degli italiani.

Ha svelato che le toghe rosse (inventate da Silvio, ma cosa vuole se lui si è macchiato di numerosissimi reati per frode e corruzione?) poi tanto rosse non sono e che è in atto in Italia un'alleanza trasversale da parte della classe politica che alza barricate attorno a sè per evitare di essere scardinata da quei giudici onesti come De Magistris e la Forleo che sono andati a toccare le più alte personalità del Governo tra cui Prodi e Mastella.
Incredibile: il Ministro di Grazia e Giustizia indagato!
In Svezia DUE ministri, Maria Borelius e Cecilia Stego Chilo, rispettivamente ministro del Commercio la prima e della Cultura la seconda si sono DIMESSE per non aver pagato il canone televisivo!
In Italia no! Ci permettiamo di avere un ministro che acquista case a Roma per quattro soldi e si giustifica dicendo che "me lo permetteva la legge"; si certo, creata da essi stessi e apposta per loro. Quando ciò non basta ripete ancora: "ma lo hanno fatto anche gli altri". E' scandaloso!
E' imbarazzante il basso livello raggiunto dalla classe politica italiana!
E come se non bastasse il povero ministro, assunto a povera vittima, reagisce a questo linciaggio mediatico; poverino...... ma cosa fa lui? Ci sorprende ancora e chiede il trasferimento di De Magistris che sta indagando con l'inchiesta "Why Not" sui fondi europei che in Calabria spariscono misteriosamente e che vede indagati oltre lui e il capo del Governo una miriade di politici calabresi. (L'inchiesta "Poseidone" gli fu tolta solo pochi mesi fa, altro scandalo!)

Ma ecco che la Casta è pronta a rispondere..... la gente però sta dando segni di risveglio!
E' per questo che per la prima volta dico bravo a Santoro. La situazione è estremamente imbarazzante per la sinistra: come poter emettere adesso un nuovo "editto bulgaro", come quello definito ai tempi di Berlusconi, dopo tutte le critiche ad esso rivolte e dopo aver riportato essi stessi Santoro in Tv? Si prevede una nuova alleanza trasversale in CdA Rai?

lunedì 1 ottobre 2007

Dalla parte dei cittadini stanchi...

Ho scelto questo titolo per il primo post di questo blog perchè oggi sono tanti gli italiani stanchi... ma di cosa?
Stanchi della solita vita, stanchi della classe politica arraffona, stanchi del proprio lavoro precario, stanchi della rata del mutuo usuraio praticato delle banche, stanchi della criminalità che impera per le strade, stanchi di trovare i mezzi più strani per arrivare alla fine del mese.
Su questi punti il nostro paese oggi non è stanco: è sfinito!
Questo spazio vuole essere quindi di informazione prima e di sfogo poi su tutte le cose che in Italia vanno male. "E ahi voglia a lavoro...." direte voi ma è pur vero che prima o poi questo benedetto paese dovrà risalirla sta china. Il fondo è stato toccato? Oppure ci manca poco?
Vedremo di scoprirre la risposta con il passare del tempo.

Chi è l'autore di questo blog?
Mi presento: sono Giuseppe Minnella, 25 anni e responsabile del sito Ilduce.net, il sito storico-culturale più importante oggi esistente sul Fascismo e il suo creatore: Benito Mussolini.
Il blog nasce per l'esigenza di avviare un colloquio più stretto con i nostri visitatori e con coloro che non accontentandosi del nostro aggiornamento storico mensile vogliono dibattere eventi di attualità con un contatto più diretto e personale.
Da più parti è emersa questa esigenza che cerchiamo oggi di soddisfare con l'intento di creare un dibattito che non si limita ai "nostalgismi" del passato, che peraltro non ci appartengono, ma che sarà e deve essere proiettato al futuro e aperto sicuramente a quel confronto educato e leale che da sempre rientra tra le nostre prerogative.
Uno spazio libero dunque che speriamo possa essere soprattutto utile!