lunedì 31 dicembre 2007

Buon 2008 a tutti!

Il 2007 volge al termine. E' stato un anno molto difficile per il nostro Paese che vede la crisi sempre più vicina e sempre più lontana la sua fine.
Fine che secondo me non potrà esservi se non si cambiano le basi del sistema, se non si cambia la classe politica, se non ci si rende conto che per almeno dieci anni serviranno politiche serie e non da arraffoni come avviene da sessant'anni a questa parte.
Il serbatoio Italia è ormai agli sgoccioli e ha bisogno di un pieno ma di fermarsi a rifornire nessuno, di quelli che comandano, ci pensa minimamente.
Personalmente è stato invece un anno ricco di soddisfazioni ma la felicità più grande è stata certo quella di assumere la guida della Fiamma Tricolore in provincia. Un partito che nonostante venga oscurato sistematicamente da 13 anni trova sempre la forza di reagire e soprattutto di esistere!
Proprio negli ultimi giorni dell'anno, dopo un primo punto della situazione, sono arrivate le adesioni di parecchi camerati, di gente comune sfiduciata: segno che la Fiamma è ancora viva.
E se Storace fa incetta di trombati ed ex-democristiani (si punta a ricopiare la An litigiosa in versione tascabile), la Fiamma invece carica le proprie fila di gente onesta e di nuove leve della politica.
Devo essere sincero: sono sorpreso! Pensavo che questa gente cogliesse l'occasione per accasarsi con La Destra, che molti ci abbandonassero ed invece in Calabria, dei nostri iscritti, solo 1 (leggasi uno) iscritto è passato con l'ex delfino finiano. Felicissimo di essere stato smentito.
Il 2008 sarà l'anno della riscossa ne sono certo. Poco più di un mese di lavoro ha dato risultati che non speravo davvero: la prova che lavorando questa nostra piccola e sincera Fiamma potrà finalmente divampare ed iniziare ad operare seriamente per questo Paese!

Auguri a tutti!

sabato 22 dicembre 2007

Riunito a Siderno il direttivo provinciale

Si è riunito ieri sera, 21 dicembre, a Siderno il direttivo provinciale del MS-Fiamma Tricolore. Alla presenza del neo-commissario Minnella e dei responsabili provinciali Belcastro e De Leo è stata svolta una disamina generale sull’andamento del partito a livello locale e le attività da intraprendere a breve termine.
L’incontro è stato voluto per fare un punto della situazione a fronte delle novità che hanno riguardato negli ultimi mesi lo scenario politico nazionale e locale con riferimento a quanto accaduto nell’ambiente di destra.
All’appuntamento ha partecipato anche Luciano Napoleone, nuovo responsabile di zona, che ha messo sul piatto una serie di proposte ed iniziative interessanti per rilanciare la Fiamma sul territorio sidernese.
Nel corso della riunione è stato poi ribadito l’impegno del partito ad essere più presente e attivo rispetto al passato su tutto il territorio provinciale con particolare attenzione alla fascia jonica reggina da troppo tempo abbandonata a se stessa da una classe politica latente e incapace di far fronte agli atavici problemi che da sempre attanagliano la popolazione.
Per questo motivo la Fiamma annuncia già da ora che sarà in piazza Portosalvo sabato 29 dicembre a Siderno per presentarsi alla popolazione e sensibilizzare l’opinione pubblica su alcuni dei temi portati avanti dal partito, primo fra tutti la proposta di legge del Mutuo Sociale.

mercoledì 12 dicembre 2007

Sciopero autotrasportatori: Reggio a secco, Bianchi si dimetta!

COMUNICATO STAMPA
La città di Reggio Calabria è da ieri sera nel caos: quando le fonti nazionali parlavano del 60% di distributori in cui il carburante era esaurito, in riva allo Stretto si era già al di sopra del 90%. Scene da film di fantascienza hanno visto protagonisti migliaia di cittadini reggini alla ricerca disperata di pochi litri di carburante!
Sono bastate appena 36 ore di sciopero per mettere in ginocchio un paese, per dimostrare ancora una volta, se ce ne fosse ulteriore bisogno, che il sistema Italia e questo Governo in particolare, non sono in grado di affrontare periodi di crisi neanche brevi! In Francia non sono bastati 9 giorni di sciopero, a Reggio Calabria solo poche ore.

Sono chiare e ineluttabili le responsabilità di tale disastro che è da ascriversi ad un Governo miope e sordo al disagio proveniente dal Paese e ad un ministro che, secondo noi, dopo aver disertato il tavolo delle trattative prima e minacciato la precettazione poi, deve ritornare al compito che più gli compete per impedirgli di arrecare ulteriori danni al paese.
È ormai sotto gli occhi di tutti infatti che Bianchi sia un ministro tecnico palesemente incompetente, con riferimento alla materia assegnatagli, ma non vanno dimenticate le responsabilità politiche e le pressioni di quei partiti che lo hanno voluto nell’esecutivo prima di rinnegarlo in un secondo momento. Lasciargli portare da solo la croce sarebbe adesso oltremodo vergognoso!
Grazie soprattutto a loro a pagare il prezzo più alto è oggi l’Italia, è oggi ancora una volta Reggio Calabria.

Reggio Calabria nel caos: carburante esaurito ovunque!

Le fonti nazionali parlano del 60%, l'associazione dei benzinai dell'80% ma a Reggio già in serata il 100% dei distributori è a secco!
Sono bastate sole 36 ore di sciopero per l'esaurimento del carburante!!! Scene da panico in alcuni distributori: risse, file di centinaia di auto, traffico congestionato, dalle 17 alle 19 Reggio ha vissuto nel blocco più totale.
Questo succede a mettere degli INCOMPETENTI a fare il ministro. Questo succede a mettere un mezzo cretino ex-rettore per accontentare dei partiti più RIDICOLI di lui. Fossimo in un paese civile domani otterremmo DIMISSIONI CON ESILIO per il suddetto signore e DIMISSIONI IMMEDIATE del Governo. .....fossimo in un paese civile appunto................. ma non lo siamo!

E voglio vedere domani chi ha la faccia, chi ha il pudore di dire il contrario!!!!

sabato 8 dicembre 2007

La vergogna delle Poste Italiane

Aprendo il sito di Poste Italiane vedrete sempre il bel viso sorridente dell'Ad Massimo Sarmi ben felice di annunciare record di utili, fatturati (io li chiamerei scippi) realizzati dall'azienda.
Poste multifunzione che cercano di entrare in qualsiasi settore in cui ci sia da guadagnare moneta. Ora l'ultima baggianata: la sim di postemobile, pubblicizzata con tariffe incredibili....si per quanto facciano schifo!
Oggi non voglio però tediarvi con le solite schifezze pubblicizzate dalle Poste o ai 2,50 euro che hanno derubato a tutti gli italiani per ogn vaglia incassato da luglio a settembre (che vergogna!).
Poste Italiane assumerà entrò il 2009 circa 500 individui da inserire nel proprio organico (ed era ora direi io visto che l'età media degli impiegati a Reggio Calabria supera di gran lunga i 50 anni e che ai pensionamenti non è mai seguito un ricambio di personale!).
C'è però un piccolo particolare: la metà di questi sarà destinata ad extracomunitari!
Ma come direte voi? Avete mandato il vostro figlio a studiare, si è laureato con il massimo dei voti, i giovani italiani lavorano con contratti di 2-3 mesi e le Poste assumono 250 extra-comunitari? Proprio cosi! Certo anche voi laureati in lingue potrete fare richiesta di assunzione a patto che abbiate studiato il filippino, il peruviano o il rumeno.

Qualcuno riderà ma quanto detto non è proprio uno scherzo.
Italiani svegliatevi perchè davvero sta diventando troppo tardi. Possibile non ci sia un politico di spicco a difendere i nostri interessi? Perchè non interviene su questo la Lega e non sulle solite menate con cui va avanti da 10 anni? Parlo della Lega (che tanto si vanta di difendere gli italiani) perchè purtroppo noi, la Fiamma, veniamo oscurati in ogni dove perchè queste cose devono rimanere a conoscenza di pochi. Spero che quando la gente ci darà la fiducia necessaria ci sia ancora qualcosa da salvare!

Oggi intanto incazzati perchè domani ti scade il contratto di lavoro ma purtroppo tu il senegalese non l'hai studiato a scuola...

venerdì 7 dicembre 2007

Problemi tecnici di..... connessione!

Capita di sentir parlare spesso di Terzo mondo. Io oggi mi chiedo se l'Italia ne è entrata a far parte da poco, se vi entrerà in futuro o se siamo sempre stati da terzo mondo.
Qualche tempo fa un mio amico si è trasferito in Africa: in meno di una settimana era già di nuovo online. Io mi trasferisco invece di 10 km e da due mesi combatto un'ardua battaglia con la Telecom per avere una nuova linea.

Allaccio previsto? 24 dicembre! Mi faranno il regalo di Natale o mi daranno una buca clamorosa? Penso più alla seconda visto il recente passato.
Tuttociò per spiegare in poche righe questi 40 giorni di assenza dal web che recupererò al più presto. Spero che per scusarsi dei numerosi disservizi mi mandino almeno la Canalis. Sarebbe il minimo!