venerdì 15 febbraio 2008

Fiamma Tricolore e La Destra unite!

E' stato siglato a Roma l'accordo tra le segreterie nazionali de La Destra e Fiamma Tricolore in virtù del quale sarà realizzata l'unione delle liste di destra in Italia per le prossime elezioni politiche. La coalizione pertanto presenterà un proprio candidato premier che è stato individuato nella figura dell'On. Daniela Santanchè.
Anche in Calabria quindi la Fiamma Tricolore e La Destra presenteranno una lista unica di candidati per cercare di superare lo sbarramento del 4%.
L'accordo con il partito di Storace rappresenta il coronamento del progetto della Fiamma Tricolore di giungere alla riunificazione della destra italiana sotto un'unica bandiera come lo era ai tempi del Movimento Sociale Italiano. Tuttociò si realizza in contemporanea con lo scioglimento di Alleanza Nazionale dopo l'entrata nel PDL di Berlusconi.

Dopo il tentativo effettuato con il cartello di Alternativa sociale alle scorse regionali, la Fiamma calabrese è orgogliosa del traguardo raggiunto dal partito che sta ancora una volta a testimoniare il nostro lavoro di continuazione ideale e storica con l'MSI iniziato nel 1995 subito dopo il suo scioglimento a Fiuggi.
La lista unica alle politiche rappresenta solo il primo passo verso l'unificazione dei due movimenti. La Fiamma Tricolore e La Destra hanno infatti rifiutato la proposta di Berlusconi di confluire nel PDL assieme a personaggi di dubbia moralità come l'ex-ministro Mastella e Lamberto Dini.
"A differenza loro noi siamo persone coerenti - commenta il segretario Minnella - e non basta l'offerta di pochi seggi in Parlamento a comprarci. Noi non abbiamo prezzo".

Per quanto riguarda le elezioni politiche 2008 la Fiamma incentrerà la propria campagna elettorale sulla lotta alla casta, ricordando agli italiani che è ancora oggi, orgogliosamente, l'unico partito a non ricevere finanziamenti pubblici e a non pesare sulle tasche degli cittadini.
Tale tema sarà ancora più centrale nella nostra regione dove la casta politica sta subendo quasi quotidianamente scandali e arresti a tutto spiano segno questo di come la corruzione abbia ormai invaso la quasi totalità dei partiti ed esponenti regionali calabresi.
L'unica richiesta inderogabile della Fiamma è che le nostre liste siano infatti chiuse ai soggetti inquisiti a qualsiasi titolo.
L'onesta sarà il nostro primo biglietto da visita: toccherà ai cittadini calabresi raccoglierlo.

7 commenti:

wagner.fidl ha detto...

bella peppe!
ora spero che sia possibile superare quello sbarramento......

Nico ha detto...

Siete andati con gente filo-sionista e filo-americana. Mi risponderete che è solo un'alleanza politica, e allora io vi risponderò che siete solo illusi perchè la politica fatta in questo modo è perfettamente uguale ai metodi usati da partiti collusi, mafiosi, corruttori..., per questo sistema. Voi lo volete distruggere? In questo momento mi sembra che ci siete dentro fino ai capelli.

www.sentimentoitaliano.blogspot.com

wagner.fidl ha detto...

io continuo a trovarla una buona cosa

Nico ha detto...

Ognuno ha le proprie idee e pensieri. Bisogna, però, stare attenti da farli rimanere in linea con la colonna portante di tutto.

www.sentimentoitaliano.blogspot.com

Pado ha detto...

alla fiamma bastano 2 parlamentari per far approvare il mutuo sociale.
non ha bisogno d'altro che di 2 in parlamento, e da sola non ce la fa.

Anonimo ha detto...

bella mossa , spero ce la farete!!!

ArcAngel

Anonimo ha detto...

Sono contento. Solo che bisogna sempre guardarsi dagli "amici".

Ho detto tutto. Giuseppe bisogna mantenersi con l'animo puro come puro sei sempre stato. Bisogna serrare le fila dei nostri, specie ora.

Un caro saluto.

Un camerata.