sabato 26 aprile 2008

28 aprile 1945 - 28 aprile 2008

IL DUCE VIVE ANCORA OGGI NEI NOSTRI CUORI E IN QUELLI DI TUTTI GLI ITALIANI ONESTI. I TUOI CAMERATI NON TI DIMENTICHERANNO MAI.
63° Anniversario dell'assassionio di S.E. Benito Mussolini
"Stalin è seduto sopra una montagna di ossa umane. E' male? Io non mi pento di aver fatto tutto il bene che ho potuto anche agli avversari, anche ai nemici, che complottavano contro la mia vita"
"I fascisti che rimarranno fedeli ai principi, dovranno essere dei cittadini esemplari. Essi dovranno rispettare le leggi che il popolo vorrà darsi e cooperare lealmente con le autorità legittimamente costituite per aiutarle a rimarginare, nel più breve tempo possibile, le ferite della Patria"

sabato 19 aprile 2008

Un punto da cui ripartire...


A quasi una settimana dal voto che ha consegnato il Governo nelle mani del futuro presidente Silvio Berlusconi è necessaria da parte nostra un’attenta analisi del voto.
Le urne parlano chiaro: la Fiamma in Calabria si è finalmente riaccesa tornando ai livelli di dieci anni fa grazie anche all’affiancamento della Destra.
Nessuno potrà dire il contrario visto che la gran parte del lavoro l'abbiamo fatta noi!
Un sistema elettorale che favorendo i grandi contenitori politici non ha permesso l’elezione di alcun deputato ma certamente i 24 mila voti ottenuti in regione troveranno degna rappresentanza nelle istituzioni locali, nelle piazze e nelle sedi del nostro partito.
A differenza di altri noi non possiamo non essere soddisfatti del risultato raggiunto dopo una campagna elettorale fatta di continui richiami al presunto “voto utile” e condotta senza aver ottenuto un euro di contributo pubblico.
Il riferimento è ovviamente rivolto alla Sinistra Arcobaleno che nonostante una struttura radicata, una campagna elettorale dispendiosa e con candidati di spessore non è andata oltre il 3%, per non parlare della definitiva morte politica del Partito Socialista.
Ovviamente tutto ciò dovuto all’eccessiva polarizzazione del voto.Alla luce di questi risultati il nostro 2.4% non può che essere considerato un successo dal quale ripartire per la ricostruzione della destra italiana dopo lo scioglimento, oramai imminente, di Alleanza Nazionale.
La Fiamma rappresenterà ancora una volta l’emblema del partito “pulito” che sicuramente verrà premiato dai cittadini calabresi onesti. Non possiamo non gioire ad esempio dell’8% di preferenze raggiunte a San Luca: segno che qualcosa sta cambiando.
Sarà necessario a questo punto dare seguito all’alleanza sottoscritta con gli amici della Destra per costituire finalmente un soggetto unico di riferimento per i nostri elettori che intendo ancora una volta ringraziare per aver scelto l’unica fiamma presente sulla scheda elettorale.
La Calabria sarà un punto di partenza per la Fiamma in tutta Italia alla riscoperta dei valori che furono della destra sociale missina.


Giuseppe Minnella

sabato 12 aprile 2008

La Fiamma siamo noi!

Qualsiasi cosa accadrà, continuare o morire, vincere o perdere nessuno potrà mai rubarci il nostro simbolo e le nostre bandiere. Apparteniamo a un mondo politico di gente onesta e sincera che nulla c'entra con quello che è oggi diventata la politica italiana.


Il 15 aprile vada come vada noi saremo di nuovo in trincea a lavorare per il nostro futuro di Italiani. Ci saremo come sempre perchè


LA FIAMMA SIAMO NOI!
www.fiammareggio.it

venerdì 11 aprile 2008

Ci sono cose che non si possono comprare...

...per tutto il resto c'è Mastercard.
La soddisfazione di vedere 50 bandiere della Fiamma sventolare in una piazza gremita, gli occhi di decine di ragazzi ardere di passione, il tifo da stadio che hanno tenuto per tutto il comizio di Storace.
E' questa la nostra risposta a chi diceva "...la Fiamma in Calabria non esiste più".
Hanno tentato di non farci usare le nostre bandiere ma eravamo cosi tanti e non ci hanno potuto fermare.
E io da quel palco a vedere i miei militanti sostenere il nostro vessillo e a ridacchiare di fianco a Storace pensando... "ditelo adesso che la Fiamma non c'è più".
Povero Francesco interrotto più volte dai nostri con i cori sul Mutuo Sociale e per il Tibet libero: si faceva davvero fatica a contenerli.
Devo ringraziare tutti i Federali presenti: Natale, Pierpaolo, Vincenzo e ancora Guglielmo, Mimmo, Francesco, Claudio, Michele, Leo. Tutti quanti.
Ma un ringraziamento particolare lo devo a Luca con il quale abbiamo fatto le 3 di notte per uno striscione, attaccato manifesti e girato mezza Calabria in lungo e in largo.
Mai in 13 anni la Fiamma calabrese ha avuto una simile mobilitazione. Ieri si!
Grazie a tutti Camerati! La Fiamma in Calabria è risorta e tutti dovranno fare i conti anche con noi! In alto i nostri vessilli perchè nessuno potrà mai strapparci la nostra Fiamma!