venerdì 27 giugno 2008

28-29 Giugno: far ripartire la Fiamma Tricolore!

Domani ci sarà a Roma l'assemblea nazionale della Fiamma. Occorre decidere se essere carne, pesce o nessuno dei due.
Occorre far capire a chi fa parte di questo partito che serve ridare fiducia: non agli italiani bensì ai nostri iscritti, ai nostri militanti, ai nostri simpatizzanti che via via hanno perso la speranza di vedere trionfare il nostro progetto politico.
Ma come fare ciò se i primi a non aver fiducia nel proseguio della Fiamma sono i suoi stessi dirigenti? Bene, eliminarli. Occorre che le decisioni da prendere siano drastiche tagliando i tumori, tagliando chi per anni ha gettato nel baratro la Fiamma Tricolore, chi continua da anni a registrare nelle propria città, provincia, regione risultati sempre più umilianti.
Non è vero che entrare nel PDL è l'ultima scelta possibile: noi non lo faremo! Noi non lo acceteremo! Non vogliamo andare in giro a braccetto con boss e lestofanti!
I risultati, dove si lavora bene, dove c'è la fiducia in ciò che si fa, arrivano!
Mai più contrasti, mai più beghe interne che portano allo 0,... ma unità!

Questa stiamo perseguendo nella provincia di Reggio, questa stiamo perseguendo nella regione Calabria. In sei mesi abbiamo ricostituito tutte e sei le federazioni provinciali, abbiamo un organico di dirigenti bravi e preparati e grazie a ciò i nostri contatti aumentano ogni giorno di più.
Per la prima volta in 13 anni la Fiamma ha in Calabria un assessore alla provincia di Catanzaro e questo riosultato dovrà essere ripetuto anche nelle altre province negli anni a venire.
Tornare ad avere fiducia nella Fiamma Tricolore: questo sarà il primo traguardo da raggiungere nei confroti dei camerati di tutta Italia, di Fiamma e non , nei confronti di tutti gli italiani che sono stanchi dei chiacchieroni che ci governano!

Per l'Idea! Per l'Italia!

4 commenti:

PM ha detto...

giusto peppe!se la fiamma per disgrazia dovesse confluire nel PDL,non mi sentirei davvero più rappresentato da nessuno..come dici tu,se dev essere necessario un cambio nella dirigenza della fiamma,che ci sia!bisogna tornare ad essere forti...no ai margini come siamo ora!

Anonimo ha detto...

bravo,ti fa onore non volere entrare nel pdl.Romagnoli sta perdendo migliaia di consensi,ha tutta la base contro.Prima rifiuta Storace poi però ammicca a Berlusconi.Per me serve un solo partito di destra fuori dai poli formato da la destra,la fiamma e il fronte...
gino

- Direttore Resp. Ilduce.net; ha detto...

Tutti noi dobbiamo impegnarci affinchè il nostro mondo non muoia dopo e se la fiamma scomparisse. Gli interessi di pochi non possono buttare i nostri sogni nel cassonetto dell'immondizia.
Noi con quella gente (del PDL) non c'abbiamo niente a che fare!

Anonimo ha detto...

anche perchè l'unico che veramente poteva FARE per gli italiani invece di parlare come fanno gli attuali dirigenti è Iannone.
che è stato cacciato da quei dirigenti.
sono andato all'assemblea interregionale di verona, non so se avete sentito come Puschiavo si è calato le braghe...