martedì 29 luglio 2008

2° Festa Tricolore a Roccella Jonica

La Federazione provinciale della Fiamma Tricolore di Reggio Calabria organizza per sabato 2 e domenica 3 Agosto la 2° festa tricolore di Roccella Jonica.
All'evento parteciperanno i giovani del partito provenienti da tutta la regione in una due giorni di approfondimento politico accompagnato dal mare della splendida località turistica dello jonio reggino. La partecipazione all'evento è, ovviamente, libera e gratuita.
Numerosi saranno gli stand allestiti dalla Fiamma sul Lungomare di Roccella a partire dalle ore 9.00 di sabato mattina. Partecipa anche tu inviando la tua adesione a segreteria@fiammareggio.it o chiamando al numero 329/4464349. Non mancare!
Seguirà il programma completo della manifestazione.


mercoledì 16 luglio 2008

La "Casta" si compatta: solidarietà!

Viviamo in un paese di merda! Questo ho pensato oggi leggendo i giornali.
Capita che ogni tanto (1% dei casi) si arrivi veramente ad arrestare un politico per la miriade di fatti illeciti compiuti ogni giorno impunemente, alla luce del sole e soprattutto in barba agli italiani che l'hanno votato.
Ieri arrestano Ottaviano Del Turco (nella foto a sinistra), presidente della regione Abruzzo: schiaccianti le prove! Addirittura un video dove gli vengono consegnati 500 mila euro in casa (ormai non si scomodano più i signori).
15 milioni il totale delle tangenti scoperte, 6 quelli finiti in tasca di questo PORCO. E cosa fa la Casta? Tutta compatta ad esprimere la propria solidarietà ad un collega toccato nell'intimo. Tutta pronta stavolta a dire che "questa magistratura italiana proprio non va..." Poverino erano solo SEI milioni di euro in fondo, cosa vuoi che siano?

Poveri procuratori, Gip, forze dell'ordine! In questi giorni gli hanno gettato addosso tanta di quella merda da ricoprirli fin sopra i capelli. Anzichè arrestare i ladri di galline come dovrebbero toccano gli "intoccabili"??? Immane sacrilegio!!!
Ma io mi chiedo: come fanno sti signori a svolgere ancora il loro lavoro? Come si fa a rimanere puliti quando per poche migliaia di euro al mese devi subire tutti sti insulti, quando quelli che arresti dopo 3 giorni stanno già a casa, fuori a delinquere di nuovo?

Il paese dei cachi? No, un paese di merda!

venerdì 11 luglio 2008

Aggiornamento situazione San Sperato

Dopo la denuncia pubblica effettuata dalla Fiamma Tricolore e gli articoli apparsi sulla stampa è da registrare il pronto intervento della Leonia (società che gestisce la raccoltà dei rifiuti) che ha rimosso la discarica venutasi a creare all'imbocco di San Sperato.

La Fiamma Tricolore di Reggio Calabria ringrazia la società Leonia augurandosi che i cittadini comincino ad avere a cuore la pulizia ed il decoro della propria città.
Per questo motivo continueremo a vigilare su tutti gli episodi di inciviltà che quotidianamente accadono a Reggio.

martedì 8 luglio 2008

San Sperato: Degrado e discarica!

Spazzatura e rifiuti maleodoranti di ogni genere: è questo il benvenuto con cui si presenta oggi San Sperato agli occhi di chi l’attraversa!
E ciò nonostante la Leonia sia intervenuta più volte negli ultimi giorni con i propri mezzi a ripulire i rifiuti ingombranti che una popolazione incivile abbandona sul ciglio della strada.
Copertoni usati, vecchi parabrezza e l’immancabile scaldabagno hanno praticamente invaso l’accesso alla via vecchia San Sperato e giacciono lì ormai da giorni in attesa che qualcuno venga a rimuoverli.
Tutto ciò mentre il cumulo di rifiuti cresce ogni giorno di più e il cattivo odore si fa insopportabile nelle ore più calde della giornata facendo emergere il pericolo di infezioni.

E mentre il centro di Reggio vuol ancora una volta fregiarsi del titolo di città turistica le sue periferie vivono situazioni al limite del paradossale come quella da noi documentata.
E’ incredibile come il lassismo, l’incuria, diciamolo la maleducazione, dei cittadini possano portare alla nascita di discariche a cielo aperto in un contesto in cui quasi nulla può essere oggetto di responsabilità da parte di Leonia e Fata Morgana.
Ancora più incredibile come, nonostante in città ci siano, oltre alle cariche di maggior rilievo, 300 consiglieri di circoscrizione eletti, si arrivi a situazioni limite senza che nessuno senta il bisogno di denunciare un degrado paragonabile solo a quello napoletano e oramai diventato quasi normalità a Reggio Calabria. Quale il loro compito allora?

Per questi motivi vogliamo consigliare all’amministrazione comunale la presa di seri provvedimenti punitivi nei confronti di coloro che verranno sorpresi a gettare rifiuti non convenzionali al di fuori dei cassonetti affinché simili situazioni di degrado non tornino a manifestarsi nuovamente appena ripulite le zone interessate.

Giuseppe Minnella
Segretario Provinciale
Fiamma Tricolore