lunedì 9 marzo 2009

L'Italia del 2009: dove si difendono i criminali di guerra

La Sicilia ha così tanti morti per mano della mafia che se ad ognuno di loro si dovesse intitolare una via forse non basterebbero tutte le vie, i viali, piazze, vicoletti, viottoli d'Italia eppure ancora oggi nel 2009 in Italia esistono strade, vie, piazze dedicata a Josip Broz meglio conosciuto come "TITO". Si proprio lui il carnefice jugoslavo, il responsabile della morte di decine di migliaia di italiani, colui che costrinse all'esodo centinaia di migliaia di istriani, che confiscò tutti beni delle famiglie italiane dell'Istria e della Dalmazia.

Oggi in Italia si commemora la Giornata del Ricordo delle Foibe e dell'esodo istriano il 10 Febbraio e in alcune città del nostro paese esistono ricordi ossequiosi di questo criminale comunista! Come dire: in Israele si ricorda l'olocausto ma si dedicano piazze e vie a Hitler. Potevamo forse sorvolare noi rompiscatole della politica? Ovvia la risposta: assolutamente no!

Ecco quindi che a Canicattì, in provincia di Agrigento, il consigliere comunale della Fiamma Tricolore Giuseppe Cammalleri presenta un'istanza al sindaco per la rimozione di una via che frutto di un residuo storico ("Il comunismo è libero e bello trallallero trallallà). Riportiamo quindi di seguito la richiesta della Fiamma e l'assurda risposta del vice sindaco del comune di Canicattì Gaetano Rizzo.


Continua a leggere su www.fiammareggio.it - Notizie dal movimento

5 commenti:

PM ha detto...

ci vorrebbe coerenza...

Vittorio R ha detto...

La vespata è finita.
I poltronari hanno parlato.
I bloggaroli storaciani si sono avvelenati.
Qualcuno ha sussurrato: “la Destra” predica bene e… che cosa fa? Si prepara a razzolare male insieme agli stessi animali dei quali vede l’estinzione!
“Ahi serva Italia,di dolore ostello,nave senza nocchiero in gran tempesta, non donna di provincia,ma bordello!”
Che cosa decideranno, domani sera, il "nocchiero” Storace ed il suo “equipaggio” LA DESTRA?
J’ATTENDS…BONNE JOURNEE A TOUT LE MONDE.

Anonimo ha detto...

A Reggio, intanto, affiggete i manifesti funerari di Mussolini (meglio conosciuto nel mondo dell'hard rock come Freudianamente Sessualmente Represso e Bisognoso di Sfogarsi con Falsissima Virilità) su quelli della festa della liberazione.
Sia Tito che Mussolini furono criminali. Tu, Minnella, no. Tu sei solo un falso.

VC

- Direttore Resp. Ilduce.net; ha detto...

Caro VC, (sarebbe a dire il luogo dove si fanno pipì e pupù?)

noi a Reggio non abbiamo affisso niente e semmai ci complimentiamo con chi l'ha fatto per ricordare un grande uomo. Purtroppo la storia in Italia la si studia su Topolino e tu sei una delle tante vittime.
Se magari la prossima volta ti firmi con il tuo nome e cognome ne riparliamo sul mio essere un "falso".
Tu certamente sei un VERO.....ma cretino

Serena ha detto...

ma siete sicuri che j t broz è proprio lui? non è che c'è n'è un altro con le stesse iniziali?
non è possibile una cosa del genere, ma poi chi ha scritto tito affianco? visto che non è originale quella scritta? e la T per cosa sta? per tito? non è possibile, che schifo! e noi se portiamo una maglia con il fascio siamo perseguibili dalla polizia...il mondo gira proprio al contrario!