giovedì 22 settembre 2011

Meteo Italia: domani previste precipitazioni…… di satelliti!


PILLOLE DI ATTUALITA’
di Giuseppe Minnella

Si chiama UARS un vecchio satellite della NASA che domani rientrerà nell’atmosfera disintegrandosi. Non del tutto però: delle grosse parti (da 0.6 kg a 158 Kg) potrebbero resistere all’attrito e schiantarsi  a terra. Dove? Sull’Italia ovviamente. Non bastasse la pioggia dello scorso fine settimana e la merda piovutaci da tutti gli angoli del mondo da lunedi in avanti!

Tutti fanno finta di sapere, la Protezione Civile cerca di rassicurare ma di vero c’è che in effetti nessuno può determinare con precisione dove andranno a cadere i frammenti, di che dimensione saranno e l’ora dello schianto. Ciò sarà possibile saperlo a 15-20 minuti dall'impatto a terra.

Ancora una volta l’Italia si affida agli scongiuri, alla speranza e all’approssimazione: lo stesso Gabrielli della Protezione Civile ha infatti escluso l’evacuazione della popolazione civile in quanto “sarebbe impossibile evacuare 20 milioni di persone”. Fino a domani non ci resta che pregare affinchè l’atmosfera disintegri completamente il satellite.

Cosa farebbe in questi casi un paese che si rispetti? Intanto qualora non accadesse nulla denunciare comunque la Nasa per procurato allarme, così come avviene per ogni cittadino in Italia e  in caso di danni a persone o cose chiedere una cifra di risarcimento astronomica (tanto per rimanere in tema) agli Stati Uniti. Ma si sa: essendo da 66 anni una loro colonia le conclusioni non sarebbero di molto difformi dalla strage del Cermis. E intanto Carlo Parlanti è ancora prigioniero nelle loro carceri per la testimonianza di una psicopatica senza straccio di prova…

Nessun commento: