sabato 18 febbraio 2012

E' ora di creare un grande e unico partito di Destra sociale e nazionale!


Fiamma Tricolore, Minnella a Storace:  “E' ora di creare un grande e unico partito di Destra sociale e nazionale”.

“Ciò che sta accadendo sul palcoscenico della politica italiana è fin troppo evidente: una classe dirigente inadeguata ha abdicato a favore di un governo tecnico in quanto incapace di guidare il paese fuori dalla crisi e dall'attacco della speculazione internazionale.
In tutto ciò è sempre più palese in Italia l'assenza di un partito di destra sociale e nazionale che rappresenti quella parte di popolazione che ad oggi non trova rappresentanza negli attuali partiti politici.
Già alle elezioni politiche del 2008 i due partiti insieme, Fiamma Tricolore e La Destra, nonostante una indegna legge elettorale e l'impari lotta di mezzi finanziari e di comunicazione, ottennero un lusinghiero 2,4% su base nazionale. Tale dato infatti sarebbe stato almeno doppio se la Fiamma e La Destra avessero fatto parte della coalizione di centro-destra.
Tuttavia all'indomani di quelle elezioni le strade dei due movimenti si divisero a causa delle scissioni intervenute ne La Destra con gli abbandoni della Santanchè e di gran parte della dirigenza nazionale.
Per quale motivo dunque ostinarsi a marciare divisi? I dati parlano chiaro: senza voler criticare il lavoro dei colleghi del partito di Storace ad oggi La Destra non esiste se non in alcune regioni italiane come il Lazio. In Calabria e altre regioni la stessa non si è mai presentata ad alcuna competizione elettorale ed in provincia di Reggio non si ha notizia di alcun suo tesserato nonostante i tentativi della Fiamma di dialogare con qualche suo presunto rappresentante. In tali condizioni che senso ha presentarsi ieri a Reggio al cospetto di una decina di militanti, dei quali nessuno della città dello Stretto? Qualcosa di veramente umiliante per un politico del suo spessore! Come negare infatti che i due partiti vanno a pescare nello stesso elettorato con il risultato di frammentare sempre più il voto di un ambiente che mai come oggi chiede unità?

Pertanto l'invito che ufficialmente rivolgo all'On. Storace è quello sciogliere La Destra in quei piccoli centri dove ancora esiste e confluire insieme ai suoi dirigenti nel Movimento Sociale Fiamma Tricolore che dal 1995 rappresenta la continuità storica e politica del Movimento Sociale Italiano.
Il sottoscritto si assume già da ora l'impegno formale di fare da tramite con il segretario della Fiamma Tricolore, On. Luca Romagnoli, affinchè lo stesso accolga tutti gli iscritti del piccolo movimento di Storace ed  insieme si possa convocare una costituente di un nuovo grande soggetto politico pronto a colmare lo spazio esistente a destra.

Sono infatti certo che il radicamento della Fiamma Tricolore sul territorio e le capacità comunicative di Francesco Storace potrebbero essere il mix perfetto per far tornare ad avere voce alla destra italiana ed essere finalmente rappresentativi di un ambiente fin da troppo tempo ignorato”.